Cambio orario marzo 2020: un'ora in meno rispetto alla quarantena

Il cambio di orario nel marzo 2020 avrà luogo dalla notte di sabato 28 a domenica 29 in una Spagna messa in quarantena dal coronavirus. In questo caso, gli orologi devono essere spostati in avanti di un'ora per accedere all'ora legale. Quando le lancette dell'orologio segneranno le due del mattino (ora della penisola), dovranno avanzare fino alle tre (alle Isole Canarie, all'una del mattino saranno le due), il che significa che dormiremo tutti un'ora meno di quella notte.

Il cambiamento di orario è una misura che viene applicata uniformemente in tutta l'Unione Europea (UE) con l'intenzione di adattare la giornata lavorativa alle ore diurne . Da domenica all'alba e al tramonto più tardi, fino all'autunno.

Cambio orario: origine e fine

L'Unione Europea ha adottato il cambiamento di orario negli anni '80 affinché tutti i membri coordinassero i loro orologi e ponessero fine alle divergenti ore nazionali. Dal 1996 tutti gli europei hanno avanzato il suo orologio due volte all'anno allo scopo di risolvere problemi che incidono in particolare sul trasporto e sulla logistica .

Tuttavia, negli ultimi anni è stato aperto il dibattito sull'eliminazione di questa misura, considerato che non è utile e che ha un impatto negativo sulla società europea. Dopo anni di deliberazione, nel 2019 gli Stati membri hanno concordato l'iniziativa di porre fine al cambiamento di orario, ma ne hanno ritardato l'attuazione fino al 2021 .

Come ci interesserà l'ora legale

L'effetto più immediato del cambio di orario è che l' alba e il crepuscolo un'ora dopo, quindi avremo più luce solare nel pomeriggio. Questo di solito avvantaggia le aziende del tempo libero come i ristoranti, anche se quest'anno dovranno aspettare che si verifichi lo stato di allarme contro la diffusione del coronavirus per percepire le favorevoli conseguenze del cambiamento temporale.

Il cambiamento del tempo fa male alla salute?

Insonnia, sonnolenza, stanchezza, irritabilità, vertigini e disattenzione sono alcuni dei sintomi che tormenteranno gran parte della popolazione, in particolare i bambini e gli anziani, che quest'anno potrebbero essere aggravati dal parto .

Numerosi studi sono stati condotti sulle conseguenze del cambiamento di tempo, sebbene nessuno di essi abbia fornito risultati conclusivi. In ogni caso, diversi studi associano i cambiamenti temporali alle seguenti alterazioni:

  • Problemi del sonno : con il passare del tempo c'è una discrepanza dei ritmi circadiani controllati dalla luce naturale, incluso quello dell'ormone chiamato melatonina . Secondo questo studio, ciò influisce sui modelli di sonno simile al jet lag (anche se su scala ridotta) e può richiedere da quattro a cinque giorni prima che il corpo si adegui al nuovo programma.

  • Aumento della stanchezza e dell'affaticamento : che possono causare nervosismo, irritabilità, sbalzi d'umore, problemi di concentrazione e minore produttività sul lavoro.

  • Più rischi di infarto : alcune ricerche indicano che la probabilità di avere un infarto è superiore del 10% nei due giorni successivi al cambiamento di orario, nelle persone che presentano fattori di rischio cardiovascolare.

  • Le persone che soffrono di ansia, depressione, emicrania o mal di testa possono sperimentare un peggioramento delle loro condizioni. Questo di solito è temporaneo, fino a quando il corpo non si adegua al nuovo programma.

Tutti questi effetti, tuttavia, saranno distorti quest'anno dal confinamento a cui siamo sottoposti dal coronavirus.

In ogni caso, gli umani non sono i soli a subire il cambiamento del tempo. Alcune ricerche sostengono che il cambiamento del tempo influisce anche sugli animali . I cani, ad esempio, cambiano i loro programmi per camminare, mangiare e dormire. Siamo responsabili di queste modifiche, quindi saranno anche interessate.

Quanto risparmiamo con il cambio di tempo

L'Istituto per la diversificazione e il risparmio energetico (IDAE) indica che il potenziale di risparmio nell'illuminazione in Spagna, a causa dei cambiamenti nel tempo, può rappresentare il 5% del consumo di elettricità nell'illuminazione, circa 300 milioni di euro circa . Di questo importo, 90 milioni corrisponderebbero al consumo delle famiglie spagnole (circa 6 euro per famiglia) e il resto verrebbe risparmiato nell'industria e nell'illuminazione aziendale.

Quando cambierà l'ultima volta

In linea di principio, la Commissione europea si era prefissata l'obiettivo di porre fine al cambiamento di orario nel 2019, ma il piano era troppo ambizioso e il Parlamento europeo ha successivamente proposto che l'ultimo anno con il cambio di tempo fosse il 2021 (qualcosa che può essere rinviato fino al 2022).

È stato anche stabilito che i paesi europei dovrebbero scegliere a che ora vogliono, che sia estate o inverno. La volontà dei deputati è che i paesi che si attengono all'ora legale apportano l'ultimo cambiamento nel marzo del prossimo anno e quelli che optano per l'inverno, ad ottobre .

A che ora resterà la Spagna?

Non è affatto chiaro. Il governo ha nominato un comitato di esperti che studierà le conseguenze per il paese di un ipotetico cambio di orario. Con l'aiuto di questo comitato, verrà deciso se la Spagna rimarrà in inverno o in estate. L'ultima novità dell'esecutivo è di aprire un periodo di riflessione fino al 2021, l'anno concordato dalle autorità europee per risolvere il problema.

Informazioni sul coronavirus:

  • Ultime notizie sulla crisi del coronavirus.
  • Ultime notizie su coronavirus dalla Spagna, dal mondo e dalla scienza
  • Diagnosi del coronavirus: telefoni e autovalutazione e app di aiuto.
  • Impatto economico della crisi del coronavirus

Articoli Correlati